Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Chiesa Parrocchiale di Sant’Eutropio

406
2

È senza dubbio l'edificio più importante della città di Paradas. Sul terreno occupato da questa chiesa ne esistette un'altra, la cui prima pietra fu posta dal Conte fondatore di Paradas, Juan Ponce de León, verso la metà del XV secolo.

Prove documentali attestano che questa chiesa fu costruita alla fine del XVIII secolo e che - dopo sette anni di lavori diretti dagli architetti diocesani José Álvarez, Fernando Rosales e Antonio Matías de Figueroa - fu intitolata a Sant'Eutropio, Vescovo di Saintes (Francia) e Patrono di Paradas, il 3 marzo 1791.

È un insigne esempio dell’ultimo barocco sivigliano in chiara transizione verso il neoclassicismo.

Il portale principale, realizzato in pietra bianca di Morón de la Frontera, è opera dello scalpellino della città, Juan Muñoz.

Al suo interno si presenta come un bel tempio a cinque navate con pianta a croce latina, contenente interessanti pale d'altare barocche e neoclassiche. Alcune di loro sono opera dei fratelli José Victorino, Francisco, Vicente e Bruno Casau de Paz, un'illustre famiglia di intagliatori di Paradas.

Nella parte terminale del tempio, attraverso la navata del Vangelo, si accede alla cappella sacramentale, nella cui sacrestia fu allestito nel 1968 un piccolo museo che contiene una collezione di vasi sacri e altri oggetti di culto, ornamenti, stendardi delle antiche confraternite, un pregevole smalto del XVII secolo e tre quadri, spiccando su tutti le tele raffiguranti Santa Maria Maddalena penitente, opera di El Greco. 

Downloads

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.