Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Chiesa di Santa Maria della Tavola

162
1

Dichiarato Monumento Storico-Artistico Nazionale con Decreto del 2 febbraio 1979 (Bollettino Ufficiale dello Stato -BOE- del 9 aprile 1979). Dedicata all'Assunzione della Vergine, è comunemente nota come Santa Maria della Tavola per l'elevazione del terreno in cui è situata.

Strutturalmente, la Chiesa ha una pianta a cinque navate, divise da pilastri, con delle cappelle ai lati. La navata centrale è completata da un organo e da un ampio coro con 61 posti e un badalone al centro. Altre dependance interessanti sono la cappella del tabernacolo, la cappella sacramentale e la sacrestia. Nella sacrestia spiccano il tavolo di marmo e il Cristo degli Esangui, un crocifisso del XVI secolo e, soprattutto, nei locali della canonica, un dipinto su tavola della Madonna con Bambino di Bernardino Luini (1480-1532), uno dei principali discepoli di Leonardo da Vinci.

Lo scomparto centrale dell'Altare Maggiore, dedicato all'Assunzione della Vergine, rappresenta tre scene dell'ascesa al cielo di Maria. È opera di Francisco Ballesteros e Martín Moreno del 1660 circa. Nella cripta sepolcrale, che si trova sotto la navata della chiesa, sono sepolte importanti figure della storia locale.

La Porta del Perdono è un modello di portale straordinario nell’ambito del Rinascimento spagnolo, in quanto è l'unico esempio di portale svasato con cassettoni. Su entrambi i lati della porta si erge la torre di Santa Maria, che oltrepassa i 60 metri di altezza. I corpi superiori, come si evince dai materiali, sono di epoca posteriore a quella rinascimentale. Nel 1755, il terremoto di Lisbona demolì i primitivi corpi superiori, ricostruiti da vari maestri, tra i quali Miguel Ruiz, di Utrera.

Orario

Da lunedì a venerdì: 9.00-13.00 e 17.00-20.00 h.

Sabato e domenica: 10.00-14.00 e 17.00-20.00 h.
 

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.