Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Chiesa di Nuestra Señora de las Virtudes

138
0

La Chiesa Parrocchiale di Nuestra Señora de las Virtudes è, per le sue caratteristiche, un chiaro esponente dell'evoluzione storica di La Puebla de Cazalla, poiché la sua origine risale al XVI secolo, quando Juan Téllez de Girón, duca di Osuna, ne ordinò la costruzione dedicandola a questa Madonna, nel momento in cui la Rocca e il Castello di Cazalla passarono sotto il dominio della casa ducale di Osuna e il duca decise di ripopolare la località.

Per la sua posizione, sui resti del castello, nella zona più alta della scarpata, è da sempre il principale elemento di riferimento del profilo del nucleo e una parte determinante del tessuto urbano.

Del complesso spicca nettamente la volta centrale attorno alla quale si apprezzano i quattro bracci principali e, tra questi, come contrafforti, si innalzano i muri delle piccole cappelle semicircolari, ben al di sopra della loro altezza reale. E, infine, ad un livello inferiore , compaiono l'insieme delle navate e delle cappelle laterali dei bracci della croce.

È un tempio a pianta centrale, a una croce greca, con i bracci dell’abside e del nartece un po' più profondi e più lunghi dei lati. L'ampio spazio centrale è coperto da una grande volta a botte che ospita una pianta ottagonale a cui sono annesse quattro piccole cappelle a pianta semicircolare che consentono di recuperare la pianta quadrata principale, simile alla Chiesa di San Luis de los Franceses a Siviglia.

Il portone principale, dalle linee molto semplici, si trova al fondo della navata centrale e vi si accede dalla piazza. Parte da un vano rettangolare su cui è disposto un frontone circolare con vetrate colorate che danno luce al coro, incorniciato da marmo grigio.

Bene di Interesse Culturale come da pubblicazione nel Bollettino del Governo dell’Andalusia dell’anno 2006.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.