Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Castello El Coronil

121
0

Si tratta di un tipo di castello molto simile a quello di Las Aguzaderas e ad altri che costituivano il sistema di difesa del confine: a pianta quadrangolare, con torrione con iscrizione su uno dei lati più lunghi del rettangolo. Non esiste documentazione dettagliata su questa fortezza che risalga prima della fine del XIV secolo.

Il complesso ha una struttura pressoché rettangolare, con un perimetro di 50 x 25 m; presenta quattro torri sugli angoli e una torre sul lato della porta che funge anche da torrione. Tutte disponevano di camere all'altezza del piano passerella per la ronda, coperta da volta a botte, oltre a camerette con feritoie, e scala incassata per accedere alla terrazza. Le merlature erano incappucciate su pareti e torri in generale e il castello fu costruito con sartiame in stuccatura. La trasformazione in caserma della Guardia Civile ha permesso di mantenerne un accettabile stato di conservazione, pur avendo subito subito numerose trasformazioni.

Attualmente appartiene al Comune di El Coronil e, in parte, mantiene un uso residenziale, mentre il cortile principale viene utilizzato per attività culturale. La sua posizione su di una collina, sulla linea difensiva della frontiera, lo convertì fin dall'inizio in un elemento di base di tutta la cosiddetta Banda Morisca, in comunicazione visiva con quello di Las Aguzaderas e Los Molares.

È coperto dalla protezione garantita dalla Dichiarazione Generica del Decreto del 22 aprile 1949 e della Legge 16/1985 sul Patrimonio Storico Spagnolo.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.