Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Casa Lola “La de Lucena”

189
2

È sicuramente il più pittoresco di tutti gli edifici del centro storico. Fu costruito nel 1905 dalla cantaora Lola la de Lucena, e in seguito ne fu proprietaria la famiglia Benjumea. Successivamente passò a una congregazione di suore ed è attualmente di proprietà privata.

Il complesso è attualmente composto da quattro edifici a pianta quasi quadrata su due altezze, ma, originariamente, sembra che fossero stati un unico immobile. L’edificio occupa poco più della metà della proprietà e sulla parte anteriore si trova il giardino. In precedenza, il piano terra era dedicato sia allo stoccaggio del grano sia agli alloggi per la servitù, mentre quello superiore era dedicato alla zona nobile.

Notiamo chiaramente due sezioni ben differenziate della facciata. Nell'angolo sono presenti due resti della facciata che mostrano elementi tipici della cultura araba come gli archi a ferro di cavallo su finestre e porte, con una decorazione a base di piastrelle con arabeschi. L'altra sezione della facciata presenta un disegno più razionale con grandi aperture rettangolari al piano superiore, coperto da un tetto in struttura metallica con un bello zoccolo in piastrelle in stile arabo.

Nel cortile spiccano sei colonne in ferro massiccio in stile corinzio su piccoli piedistalli in mattoni che sorreggono le travi in legno della terrazzo e, al centro, il pozzo. La bella terrazza è adornata da piastrelle sivigliane bianche e blu cobalto.

Questo edificio unico è un esempio di come il linguaggio mudéjar sia diventato, alla fine del XIX secolo e all'inizio del XX secolo, un ingrediente essenziale nell'architettura che mira a mostrare le radici andaluse.

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.