Santiponce Itálica

Patrimonio

Una immensa eredità da scoprire

Alcázar del Rey Don Pedro (Parador)

566
5

Situato sulla parte occidentale della cinta muraria e sul punto più alto di Carmona. È probabile che sia stato costruito in epoca mussulmana, concretamente nel XII secolo, ma non ci sono evidenze archeologiche che lo confermino. 

Presenta forma rettangolare ed è difeso sulla parte nord e ovest da un fossato con due porte su entrambi i lati e un fortino esterno (detta “El Cubete”). Vi si accede attraverso un grande arco a ferro di cavallo a sesto acuto. All’interno, una volta superata la porta, si accede al corpo di guardia dal quale si passa alla piazza d'armi. Tale piazza costituisce uno spazio rettangolare. Ci sarebbero tre linee di mura. Quella che chiude la piazza è rinforzata da vari torrioni, tra i quali spicca la Torre del Homenaje. 

Nel XIV secolo, il re Pietro I incaricò ad alcuni artigiani di Siviglia la costruzione di varie torri e una porta esterna, nonché la decorazione interna, trasformando la fortezza in un sontuoso palazzo. Tuttavia, degli stucchi e colonne in marmo installate al tempo oggi non vi sono resti. I motivi di tale distruzione si devono in gran parte ai vari terremoti registrati a Carmona nel 1504 e nel 1755. Quest’ultimo, il denominato terremoto di Lisbona, provocò così tanti danni che l’Alcázar dovette essere abbandonato. 

Oggi, la parte interna presenta notevoli modifiche poiché si usa come Parador Nacional de Turismo, con un'estetica simile a quella mudéjar con numerosi saloni e cortili. 

Nel 1931 venne dichiarato monumento di interesse storico e nel 1985 Bene di Interesse Culturale. 

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.