Romería

Cultura

Arte, sentimento e tradizione

La Veglia di Sant’Anna

2175
0

La Veglia di Triana in onore a Santa Anna è la festa più antica di Siviglia. Ebbe origine nel XIII secolo, quando il re Alfonso X, sofferente di una malattia degli occhi fece un voto alla Vergine promettendo che quando sarebbe guarito, avrebbe fatto costruire un tempio dedicato a Sant’Anna. I lavori iniziarono nel 1266.

Questa festa si convertì in tradizione degli abitanti di Triana e di Siviglia che nella serata precedente alla festa della santa, che cade il 26 luglio, si recavano presso la chiesa e vegliavano la Vergine per tutta la notte. L’iniziale connotazione religiosa acquisì un carattere più popolare con la tradizione di canti e balli presso le porte di alcune case.

La veglia, il cui nome originario è “Velá”, coinvolgeva soprattutto la zona del fiume; in effetti, per secoli il Guadalquivir fu lo scenario in cui si svolgevano le principali attività della veglia.

L’antica Velá era molto differente da quella che si svolge attualmente, le cui modalità vennero stabilite poco più di un secolo fa, ovvero agli inizi del XX secolo. Di questa nuova tappa della festività va segnalata la “cuccagna”, che si svolge ancor oggi esattamente come quando entrò nel programma nel 1910 e che consiste nella sfida tra baldi giovani che, arrampicandosi su di uno scivoloso pilastro in legno, gareggiano per raggiungere la bandierina situata in cima.

Data
14-19 Julio

0 commenti

Nuovo commento

Poiché i commenti vengono moderati, ci vorrà del tempo prima che vengano pubblicati. In caso di linguaggio offensivo non verranno pubblicati.